L’importanza dell’utilizzo del corpo per ricevere palla vicino a canestro

xPostPosition.jpg.pagespeed.ic.BoChfPUN8v

Nel migliorare e sviluppare il gioco interno dei nostri giocatori sono importanti:

  • Utilizzo del piede perno
  • Padronanza dei fondamentali tecnici
  • Utilizzo dei piedi e del corpo per ricevere la palla

Quest’ultimo è fondamentale per conquistare e mantenere una posizione utile vicino al ferro e costituisce una parte imprescindibile per rendere un giocatore efficace e pericoloso.

Attraverso il video di un set offensivo utilizzato dagli Indiana Pacers di coach Vogel che prevede un blocco laterale sulla palla con angolo vuoto, riconosciamo una difesa aggressiva che attraverso lo show aiuta sul palleggiatore, il difensore del pivot che gioca sulla tacca del  lato opposto alla palla esegue una rotazione sul bloccante che dopo il blocco ”poppa” in mezz’angolo.

Notiamo come Roy Hibbert, il pivot dei Pacers, sia bravissimo in questa situazione a mettere i piedi dentro l’area (movimento definito ”duck-in”) per anticipare la rotazione del difensore dell’uomo in angolo, e ad utilizzare successivamente il corpo per ricevere il pallone e chiudere immediatamente vicino a canestro.

Nell’ultima clip, il lungo rende ancora più evidente l’importanza di ”sigillare” (definito ”seal”) la sua posizione attraverso l’utilizzo del corpo per anticipare la rotazione e ricevere la palla.

Utilizzando queste clip abbiamo voluto sottolineare una situazione di gioco particolare in cui gli aspetti trattati sono fondamentali e permettono al giocatore interno di guadagnare in efficacia e pericolosità.

Queste capacità non sono legate solo al ”post up” (prendere posizione per giocare 1vs1 vicino a canestro) ma anche per anticipare una rotazione difensiva sigillando la propria posizione ed impedendo al difensore che esegue la rotazione di poter giocare la palla.

Qui di seguito, il video interessato, osservate come il pivot riconoscendo la rotazione esegua immediatamente ed efficacemente il ”duck-in”, chiudendo immediatamente l’azione con un canestro.