Aldridge contro Curry nell’azione decisiva, siete d’accordo

curry-stephen-aldridge-lamarcus

Gara-1, 24 secondi alla fine della partita, 16 sul cronometro dei 24.
Curry ha la palla in mano e Livingston, marcato da Aldridge, gli porta un blocco, San Antonio cambia e Curry (38 punti fino a quel momento) marcato da Aldridge segna un floater all’altezza della lunetta, chiudendo di fatto la gara.
Durante la gara San Antonio aveva messo in atto diverse strategie difensive, probabilmente assistita dalle valutazioni statistiche alla ricerca del male minore. Senza peraltro riuscire a limitare Steph, capace di ribaltare praticamente da solo l’inerzia di una partita cominciate in salita per Golden State. Drop e over? Costato diverse triple. Raddoppio? Pescato Zaza sullo short roll. Un bel rebus da risolvere, forse senza soluzione.
Certo che però esporre Aldrige, non certo il miglior difensore della squadra, per tanti secondi all’uno contro uno devastante di uno che fino a quel momento ne aveva segnati solo 38 inevitabilmente inevitabilmente pone delle domande, soprattutto se nessuno dei compagni si muove per proteggere quella evidente situazione di mismatch.
A posteriori si possono fare molte considerazioni, che però probabilmente non avrebbero cambiato l’esito del match. Voi che ne pensate?